Come funziona il trucco semipermanente?

Come funziona il trucco semipermanente?

Come funziona il trucco semipermanente? In sostanza viene effettuata una micropigmentazione tramite un dispositivo che crea dei minuscoli fori sottocute in cui viene iniettata una pigmentazione permanente. I prodotti utilizzati sono organici e naturali. Il trucco semipermanente è un ottimo supporto al make-up quotidiano, guardarsi allo specchio e vedersi già truccate, è il desiderio di moltissime donne, divise tra il desiderio di apparire sempre al meglio e gli impegni quotidiani che tolgono spazio e tranquillità alla cura di se stesse.

Il vantaggio del trucco semipermanente roma è senza dubbio che non richiede “ore” di struccature serali né tantomeno sedute di trucco interminabili la mattina per cercare di farvi belle. Solitamente, il trucco semipermanente viene effettuato per dare maggior risalto agli occhi con la realizzazione di una riga tipo eyeliner, oppure per migliorare l’aspetto delle sopracciglia o ancora per avere un contorno labbra più definito, evitando le classiche imperfezioni a cui si va incontro soprattutto quando non siamo dei maghi del make up.

Il trucco semipermanente dura dai 3 ai 5 anni, molto dipende dal tipo di tratto e dalla profondità delle incisioni.  È possibile però sottoporsi a sedute di mantenimento, così da prolungarne l’effetto nel tempo. L’operazione si svolge mediante pennino intinto in pigmenti di origine vegetale o minerale anallergici. Uno dei campi di applicazione del trucco semipermanente è quello delle sopracciglia.

Sono sempre più le donne che si rivolgono a questo nuovo strumento per risolvere problematiche o inestetismi vari legati alla proprie sopracciglia. Con il trucco semipermanente è possibile anche realizzare il “tightlining”, si tratta di una tecnica che di solito si effettua con una normale matita, tracciando una riga lungo la rima interna superiore dell’occhio, per donare uno sguardo più definito. Il trucco permanente viene spesso utilizzato anche per ridefinire l’areola mammaria, per coprire irregolarità o in caso di interventi come la mastectomia.