La lavorazione a freddo delle lamiere

La lavorazione a freddo delle lamiere

La più importante categoria di lavorazioni è quella delle lamiere che dà origine ad una numerosa serie di prodotti quasi sempre finiti: carrozzerie automobilistiche, involucri di elettrodomestici, componentistica varia, ecc. Il più comune e importante gruppo di lavorazioni è quello comprendente: tranciatura o punzonatura, piegatura, imbutitura.

Per ottenere i pezzi stampati finiti sono necessarie diverse fasi di lavorazioni che richiedono macchinari (presse e stampi) molto costosi, pertanto la messa a punto di un impianto di stampaggio risulta economicamente conveniente solo per produzioni di un grande numero di pezzi.

 

Tranciatura o punzonatura

E’ un’operazione in grado di tagliare sezioni piane prefissate di lamiera in quadrotti o nastri. Viene eseguita su una pressa grazie ad uno stampo composto da due parti:

  • matrice vincolata alla parte fissa della pressa;
  • punzone solidale con la slitta.

Il punzone penetra nella lamiera e la attraversa asportando un profilo di materiale di sagoma pari alla sezione del punzone. La parte asportata, attraverso un foro nella parte fissa della pressa viene raccolta come sfrido nella parte bassa della pressa per essere evacuato.

Si parla di tranciatura quando il pezzo tagliato è il prodotto e la parte rimanente è lo sfrido. Si parla invece di punzonatura quando la lamiera forata è il prodotto e lo sfrido è piuttosto la parte asportata.

 

Piegatura

E’ una lavorazione di deformazione plastica che consiste nel sottoporre la lamiera ad una sollecitazione di flessione con carico superiore al limite elastico, in modo da deformarla permanentemente. Viene eseguita tramite presse piegatrici eseguendo delle pieghe rettilinee e parallele su pezzi di dimensioni anche medio-grandi.

 

Imbutitura

Si tratta di un tipo di lavorazione che consente di passare da una lamiera di forma piana a una di forma concava. L’imbutitura, detta anche profondo stampaggio, è la lavorazione che determina deformazioni maggiori ed è quindi realizzabile solo con materiali molto duttili e con alto indice di allungamento.