Breve storia dell’aspirapolvere

Breve storia dell’aspirapolvere

La nascita dell’aspirapolvere risale al periodo a cavalo tra il 1865 e il 1876 e precisamente negli Stati Uniti.
Infatti il primo aspirapolvere, se possiamo definirlo tale, venne concepito e sviluppato a Chicago da un non meglio noto inventore. Ma diverse fonti affermano che il primo brevetto venne rilasciato nel 1876 ad Anna e Melville Bissel, che costruirono un apparecchio fissato su una carrozza trainata da cavalli, con per mezzo di una pompa azionata manualmente ad un lungo tubo, utilizzato per la pulizia dei tappeti, aspirava i solidi. Tale marchingegno veniva chiamato “Bissell Carpet Sweeper”.
Invece i primi due aspirapolvere elettrici apparvero in modo quasi contemporaneo, ma furono concepiti da due inventori differenti.
Attorno 1901 un tale Hubert Cecil Booth, rimase stupito nel vedere un apparecchio usato per la pulizia dei treni, il quale, per mezzo di un getto aria, allontanava la polvere e la sporcizia dai vagoni. Prendendo spunto da quello strumento creò un apparecchio più maneggevole, che era in grado di aspirare la polvere. In seguito presentò la sua invenzione in Inghilterra ma non ebbe molto successo.
Quasi in contemporanea un altro inventore, lo statunitense James Murray Spangler, un portinaio di Canton, Ohio, utilizzando un ventilatore, una scatola e un cuscino costruì un aspirapolvere. Insieme alla forza aspirante il dispositivo utilizzava anche una spazzola rotante. Brevettò l’invenzione nel 1908 ed in seguito vendette il brevetto alla società di suo cugino, la “Hoover Harness and Leather Goods Factory”.
Da alora ad oggi il passo è stato breve, infatti negli Stati Uniti, ma anche nel resto del mondo, Hoover è tuttora uno dei leader nella produzione di elettrodomestici.
Basti pensare che in Inghilterra il termine Hoover è strettamente associato all’aspirapolvere tanto da divenirne sinonimo, nell’uso corrente l’espressione “doing the hoovering” è la definizione usata per l’operazione di passaggio dell’aspirapolvere.
Per molti anni l’aspirapolvere rimase un articolo di lusso, ma dopo la seconda guerra mondiale la loro diffusione aumentò, tanto da abbassarne i costi, mirando ad avere una produzione più diversificata ed adatta ad ogni uso.

A cura di Lindhaus, lo specialista degli aspirapolvere professionali e delle scopa elettrica professionale