La realizzazione dello stand fieristico, un processo complesso

La realizzazione dello stand fieristico, un processo complesso

Progettare uno stand che rappresenti al meglio la propria azienda in fiera non è un compito semplice, vediamo le fasi che portano alla realizzazione dello stand.

Innanzitutto l’ufficio marketing e comunicazione dell’azienda dovrà stilare un calendario delle fiere di settore a cui intende partecipare, anche a seconda del budget a disposizione. Una volta avuta l’approvazione da parte della dirigenza bisognerà trovare un allestitore fieristico che si occupi della progettazione e della successiva realizzazione dello stand.

Generalmente si parte da un’idea di base che poi con l’aiuto  di un architetto e di un ingegnere verrà affinata in itinere a seguito di numerosi confronti con chi si occupa della partecipazione alle fiere in azienda, tenendo sempre sott’occhio il budget di riferimento.

Una volta che il render definitivo sarà in mano all’ allestitore fieristico, quest’ultimo si occuperà della realizzazione effettiva dello stand ed a sua volta coordinerà le maestranze e tutti i fornitori necessari alla realizzazione del progetto. Dovrà coordinare tutti i reparti tecnici per la realizzazione delle pareti, dei desk di accoglienza, delle aree lounge e delle strutture portanti, oltre ad organizzare tutta la logistica. Aspetto davvero complesso se l’azienda partecipa anche a fiere internazionali.

Di primaria importanza inoltre è anche l’aspetto legato all’integrazione delle soluzioni audiovisive con le strutture portanti dello stand.

In genere tutti gli elementi presenti all’interno dello stand vengono realizzati su misura e se la partecipazione alle fiere sarà continuativa si potranno anche conservare per le date successive, purchè siano prive di segni d’usura.

Quest’ articolo è stato realizzato con il contributo di una delle aziende leader negli allestimenti fieristici a Milano.